Trattamenti di riproduzione assistita

La riproduzione assistita non fa miracoli, semplicemente aiuta la natura a seguire il suo corso quando non riesce a farlo da sola.

Come può aiutare un trattamento di riproduzione assistita?




L’essere umano è il frutto del felice incontro tra uno spermatozoo ed un ovulo. Nella riproduzione naturale, dopo l’eiaculazione, milioni di spermatozoi arrivano alla vagina ed iniziano una vera e propria corsa agli ostacoli per raggiungere l’ovulo. Gli spermatozoi viaggiano dalla vagina alle tube di Falloppio, dove s’incontrano con l’ovulo. Dei milioni di spermatozoi solo uno potrà fecondare l’ovulo rompendo la sua membrana. Una volta raggiunto, lo spermatozoo perde la coda e si fonde con il nucleo dell’ovulo. È allora che avviene una reazione che indurisce la membrana dell’ovulo per impedire agli altri spermatozoi di entrare. A volte, più spesso a causa di maternità ritardata, questo incontro non è così facile.

La riproduzione assistita consiste nell’aiutare la natura a seguire il suo corso, quando essa non può. Si tratta di un miracolo? No, solo di una serie di tecniche che riescono in molti casi a ottenere ciò che sembrava impossibile: una gravidanza.

Tecniche di riproduzione assistita

image description

Inseminazione artificiale

L’inseminazione artificiale imita semplicemente la riproduzione naturale nell’utero, rendendo più facile l’arrivo degli spermatozoi al luogo giusto nel momento dell’ovulazione. Si ricorre all’inseminazione artificiale quando gli spermatozoi hanno difficoltà a raggiungere l’utero, sia per via di un ostacolo o per una mancanza di quantità o qualità dello sperma. Quando l’inseminazione artificiale si fa con lo sperma del partner, si chiama Inseminazione Artificiale Coniugale (IAC). Quando non è possibile recuperare abbastanza spermatozoi del partner, o semplicemente quando non c’è un partner maschile, si cerca un donatore anonimo.
Questo è noto come Inseminazione Artificiale da Donatore (IAD). Questa tecnica è relativamente semplice ed offre risultati molto buoni. Purtroppo a volte le cose non sono così facili e dobbiamo ricorrere alla Fecondazione in vitro.

  • Inseminazione Artificiale Coniugale L’inseminazione artificiale è adatta quando gli spermatozoi hanno delle difficoltà per a raggiungere l’utero (impotenza, cattiva qualità dello sperma, ecc.).È adatta anche in caso di disfunzioni ovulatorie, alterazioni anatomiche e/o funzionali del collo uterino (fattore cervicale), fattori coitali o sterilità di origine sconosciuta.
  • Inseminazione Artificiale con Donatore L’inseminazione artificiale con sperma di donatore è consigliata quando ci sono delle malattie ereditarie dell’uomo, insufficienza testicolare per la produzione di spermatozoi (insufficienza testicolare) o in donne senza un partner maschile.

image description

Fecondazione in vitro

La Fecondazione in vitro permette di fecondare un ovulo con uno spermatozoo all’esterno dell’utero, in laboratorio. Se gli ovuli della donna sono in buone condizioni, si prelevano e con un ago sottile viene inserito uno spermatozoo in ogni ovulo per fecondarlo. Questo è noto come ICSI per il suo acronimo in inglese (Intra Cytoplasmic Sperm Injection). Una volta fecondato, l’ovulo diventa pre-embrione e viene posto nell’utero per continuare lo sviluppo. Quando si sospettano alterazioni negli spermatozoi, dobbiamo vedere le cose ancora più da vicino per selezionare solo quelli morfologicamente sani. Questo è noto come Iniezione intra citoplasmatica degli spermatozoi morfologicamente selezionati, o IMSI per il suo acronimo in inglese (Intracytoplasmic morphologically-selected sperm injection). Come nell’inseminazione artificiale, nella fecondazione in vitro lo sperma può essere quello di un partner o di un donatore anonimo. È possibile che una donna non produca ovuli o che ne quelli prodotti non siano in buone condizioni. In tal caso, una donatrice anonima dona il suo e, come nel caso precedente, viene inseminato con lo sperma del partner o di un donatore e inserito nell’utero per continuare il sviluppo. Con questa tecnica, sei donne su dieci realizzano il loro decidererio di maternità.

  • Fecondazione in vitro con ovuli propri e sperma del partner La fecondazione in vitro con ovuli propri e sperma del partner è una tecnica di laboratorio che comporta la fecondazione degli ovuli, precedentemente prelevati, con lo sperma del vostro partner. Una volta fecondato, l’ovulo diventa pre-embrione e viene posto nell’utero per continuare lo sviluppo.
  • Fecondazione eterologa La Fecondazione eterologa è una tecnica di laboratorio che comporta la fecondazione degli ovuli di donatrice con gli spermatozoi del vostro partner. Una volta fecondato, l’ovulo diventa pre-embrione e viene posto nell’utero, precedentemente preparato, per continuare lo sviluppo.
  • Fecondazione in vitro con ovuli propri e sperma da donatore La fecondazione in vitro con ovuli propri e sperma di donatore è una tecnica di laboratorio che comporta la fecondazione degli ovuli, precedentemente prelevati, con lo sperma di un donatore anonimo.
  • Fecondazione in vitro con ovuli da donatrice e sperma da donatore La fecondazione in vitro con ovuli e sperma di donatori è una tecnica di laboratorio che comporta la fecondazione degli ovuli di una donatrice con lo sperma di un donatore, entrambi anonimi.
Ultimo Aggiornamento: febbraio, 2017
La Clinica delle europee, adesso a Modena