PGS con Array-CGH: Prenatal Generic Screening

PGS con Array-CGH: Preimpianto Genetic Screening

Il PGS con Array-CGH o è una tecnica di laboratorio che permette di studiare il DNA degli ovuli o degli embrioni per selezionare quelli che presentano un carico genetico corretto.

L’obiettivo di questa tecnica è quello di selezionare gli embrioni cromosomicamente.
Si realizza all’interno di programmi di fecondazione in vitro. Il Suo medico Le indicherà se nel Suo caso questa tecnica può essere utile.
PUÒ ESSERE ESEGUITA SIA SUGLI OVULI SIA SUGLI EMBRIONI, ESSENDO QUEST’ULTIMA QUELLA CHE OFFRE I RISULTATI MIGLIORI.
Alterazioni cromosomiche che interessano sia il numero sia la struttura dei cromosomi possono essere rilevate utilizzando questa tecnica come pure altre alterazioni che causano, tra gli altri, la sindrome di Turner e di Down
Alterazioni cromosomiche che interessano sia il numero sia la struttura dei cromosomi possono essere rilevate utilizzando questa tecnica come pure altre alterazioni che causano, tra gli altri, la sindrome di Turner e di Down.

Studio genetico
Dopo aver realizzato la fecondazione in vitro, e prima del suo trasferimento nell’utero, si studia il materiale genetico dell’embrione per rilevare possibili alterazioni genetiche.

Si realizza quando gli embrioni si trovano nella fase di 6-8 cellule, generalmente il 3º giorno del loro sviluppo, o quando sono in uno stadio di blastocito, generalmente il 5º giorno di sviluppo.

Biopsia di embrioni
Si realizza una biopsia di ciascun embrione e si scartano quelli che presentano un numero di cromosomi anormale.

Trasferimento
Vengono trasferiti da 1 a 3 embrioni sani.

Gli embrioni non trasferiti possono essere congelati.

PGS con Array-CGH: Prenatal Genetic Screening
A

Studio genetico. Dopo aver realizzato la fecondazione in vitro, e prima del suo trasferimento nell'utero, si studia il materiale genetico dell'embrione per rilevare possibili alterazioni genetiche. Si realizza una biopsia di ciascun embrione e si scartano quelli che presentano un numero di cromosomi anormale

B

Biopsia di embrioni. Si realizza una biopsia di ciascun embrione e si scartano quelli che presentano un numero di cromosomi anormale
C

Trasferimento. Vengono trasferiti da 1 a 3 embrioni sani. Gli embrioni non trasferiti possono essere congelati

Il PGS con Array-CGH è una tecnica di laboratorio che permette di studiare il DNA degli ovuli o degli embrioni per selezionare quelli che presentano un carico genetico corretto.
Questa tecnica si realizza all’interno di programmi di fecondazione in vitro. Il Suo medico le indicherà se nel Suo caso questa tecnica può essere utile.

La diagnosi si può ottenere in due modi diversi:

  • Preimpianto Genetic Screening con embrioni
    Una volta realizzata la fecondazione in vitro, e prima di trasferire l’embrione nell’utero, si studia il suo materiale genetico per determinare se il carico genetico è quello corretto.

    Questo studio si realizza quando gli embrioni si trovano nella fase di 6-8 cellule, generalmente il 3º giorno del loro sviluppo. Per studiare il loro materiale genetico si realizza una biopsia di ciascun embrione e si selezionano solo gli embrioni sani che si trasferiranno nell’utero.

  • Diagnosi Genetica Preimpianto degli ovuli
    La diagnosi genetica preimpianto permette di individuare patologie genetiche o cromosomiche nell’ovulo prima che si formi l’embrione.

    Questa tecnica analizza una parte specifica dell’ovulo, il corpuscolo polare, e pertanto è in grado di individuare solo patologie ereditarie di origine materno.

    Per studiare gli ovuli maturi si realizza una biopsia del corpuscolo polare mediante una piccola apertura nella zona pellucida che lo avvolge. Una volta estratto il corpuscolo polare, gli ovociti vengono inseminati mediante microiniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (ICSI). Nell’arco di due giorni si ottiene il risultato genetico del corpuscolo polare e si selezionano per il transfer gli embrioni provenienti da ovociti geneticamente sani.

Ultimo Aggiornamento: febbraio, 2016
La Clinica delle europee, adesso a Modena