Vitrificazione di ovuli

Vitrificazione di ovuli

La vitrificazione è la tecnica con cui preserviamo un determinato numero di ovuli maturi di una donna. Il metodo che utilizziamo è il congelamento ultrarapido, che mantiene queste cellule inalterate durante un periodo di tempo indefinito.

Vitrificazione di ovuli

L’ovulo è la cellula riproduttiva della donna, e questa ha un alto contenuto d’acqua. Al momento di congelarla, la prepariamo con estrema attenzione per evitare che si formino cristalli di ghiaccio che potrebbero rompere la parete cellulare. Una volta selezionato un gruppo di ovociti maturi, procediamo a depositare ognuno nella sua propria soluzione di saccarosio attraverso un processo in cui si assorbe l’acqua della cellula- e che sostituiamo immediatamente con un crioprotettore formulato appositamente. In questione di secondi, ogni ovulo si troverà a -196 gradi, perfettamente stabilizzato e con tutti i suoi componenti intatti.

Quando abbiamo bisogno di quell’ovulo, lo scongeliamo seguendo il processo inverso. Grazie a questa tecnica, la sopravvivenza di queste cellule è praticamente totale, mantenendo identiche caratteristiche di quando si sono congelate. In questo momento, procederemo alla sua fecondazione.

Lo stesso tasso di fecondazione

I nostri studi dimostrano in modo sistematico che il tasso di fecondazione degli ovuli vitrificati è praticamente identico a quello di quelli che sono appena stati estratti dal corpo della donna. La vitrificazione, inoltre, ha dei vantaggi aggiunti: mantiene intatte le caratteristiche degli ovuli per un periodo di tempo illimitato e, una volta arrivato il momento, permette di programmare il trasferimento nel momento più conveniente.

La Clinica delle europee, adesso a Modena