L’inseminazione intrauterina con seme di donatore è una procedura che comporta il deposito di liquido seminale, preventivamente ottenuto da un donatore esterno accuratamente selezionato, all’interno della cavità uterina al fine di incrementare la densità dei gameti e favorire la fecondazione in vivo. Contestualmente, l’ovulazione sarà programmata così che coincida con il deposito del seme.

Si tratta di una tecnica semplice ed efficace, perché il campione di seme utilizzato presenta sempre condizioni ottimali di qualità e quantità degli spermatozoi, essendo stato selezionato in precedenza proprio a questo scopo.

Quando è consigliata

È consigliata quando il partner presenta malattie genetiche ereditarie o insufficienza testicolare per la produzione di spermatozoi.

Le fasi della IUI

Stimolazione ovarica

 La somministrazione di ormoni capaci di stimolare le gonadi (gonadotropine) favorisce la crescita dei follicoli nelle ovaie. La crescita dei follicoli viene monitorata mediante il controllo del dosaggio degli ormoni e il controllo ecografico. Quando uno o due follicoli raggiungono lo stadio maturativo appropriato, si induce farmacologicamente la liberazione dell’ovocita (temporizzazione dell’induzione dell’ovulazione).

Preparazione del campione di seme

Il campione viene ottenuto da un donatore preventivamente sottoposto a uno studio medico completo (analisi del seme, sangue e urina, esame generale, studio di malattie sessualmente trasmissibili, test psicologici) così da garantire la qualità del seme ed eliminare la possibilità di patologie. Tutti i donatori sono maggiorenni e firmano una dichiarazione di consenso e di anonimato per la loro donazione. Il campione viene congelato prima dell’utilizzo e tenuto inutilizzato per almeno sei mesi (periodo di quarantena), per garantire il periodo finestra di alcune malattie sessualmente trasmissibili.

Inseminazione

Avviene il giorno prestabilito dell’ovulazione. Il campione di spermatozoi selezionati viene caricato all’interno di un catetere sottile, sterile, che viene inserito in utero attraverso la cervice. Si procede quindi con il rilascio degli spermatozoi direttamente sul fondo dell’utero.  Si tratta di un processo semplice, indolore e molto simile a qualsiasi visita ginecologica con speculum. L’incontro tra spermatozoo ed ovocita è atteso entro le 24 ore successive.

La durata del trattamento

L’approvvigionamento del seme di donatore congelato viene fatto preventivamente all’inizio del trattamento. La preparazione per l’inseminazione intrauterina ha una durata indicativa di circa un paio di settimane (la durata media della stimolazione ovarica è infatti 11-14 giorni).

Vuoi saperne di più?