Di seguito riportiamo le percentuali di successo delle principali tecniche di PMA, calcolate in termini di test di gravidanza positivi (beta-hCG +) rispetto al numero di trasferimenti embrionari effettuati.

La percentuale di gravidanza cumulativa è calcolata dopo tre tentativi; nel caso della fecondazione in vitro, si calcola dopo tre cicli nei quali si utilizzano tutti gli embrioni prodotti, attraverso vari trasferimenti, sia a fresco sia dopo congelamento

Inseminazione intrauterina omologa

L’inseminazione intrauterina omologa (altrimenti nota come inseminazione artificiale o IUI) consiste nel depositare nell’utero gli spermatozoi selezionati del partner aumentando le possibilità di incontro con l’ovocita.

L’inseminazione artificiale è il trattamento di minor complessità, e si è soliti eseguirlo fino ai 36-37 anni di età della paziente. Questo trattamento offre tassi cumulativi buoni fino al terzo tentativo.

1

Percentuale di gravidanza
cumulativa dopo 3 inseminazioni

Percentuale di gravidanza
cumulativa per fascia di età

Inseminazione intrauterina eterologa

L’inseminazione artificiale con seme di donatore offre maggiori probabilità di gravidanza, anche nel caso di età della donna più avanzata, perché il campione di seme utilizzato presenta sempre condizioni ottimali di qualità e quantità degli spermatozoi, essendo stato selezionato in precedenza proprio a questo scopo.
3

Percentuale di gravidanza
cumulativa dopo 3 inseminazioni

Percentuale di gravidanza
cumulativa per fascia di età

Fecondazione in vitro omologa

La fecondazione in vitro omologa è una tecnica di laboratorio che permette la fecondazione degli ovociti della donna con gli spermatozoi del partner, per l’appunto “in vitro”, attraverso le tecniche di FIVET o, più frequentemente, ICSI.

In un ciclo di fecondazione in vitro vengono normalmente prodotti più embrioni (mediamente 2-3 embrioni) disponibili per essere trasferiti in utero (ET – Embryo Transfer), sia a fresco sia dopo congelamento.

5

Percentuale di gravidanza
per singolo ET

6

Percentuale di gravidanza
cumulativa al primo ciclo

(utilizzando tutti gli embrioni prodotti nel ciclo, in vari trasferimenti)

7

Percentuale di gravidanza
cumulativa dopo 3 cicli

(utilizzando tutti gli embrioni prodotti in ogni ciclo, in vari trasferimenti)

Nel caso di trattamenti omologhi con utilizzo di ovociti propri, l’età della donna ha un impatto molto importante sul tasso di successo della procedura (salvo casi particolari, la qualità del campione di seme ha un impatto inferiore sui tassi di successo rispetto all’età della donna). Di seguito si riportano i dati sulla percentuale di gravidanza, stratificati per età della donna:

Percentuale di gravidanza
cumulativa per fascia di età

Fecondazione in vitro con ovodonazione

La fecondazione in vitro eterologa con ovociti di donatrice consente di superare le difficoltà di concepimento ricollegabili all’età della donna, e più in generale a fattori inerenti la quantità/qualità degli ovociti disponibili. Questa tecnica offre maggiori probabilità di gravidanza perché gli ovociti di donatrice utilizzati presentano sempre condizioni ottimali di qualità e quantità.
9

Percentuale di gravidanza
per singolo ET

10

Percentuale di gravidanza
cumulativa al primo ciclo

(utilizzano tutti gli embrioni prodotti nel ciclo, attraverso vari trasferimenti)

Fecondazione in Vitro Eterologa  con ovodonazionePercentuale di gravidanza  cumulativa dopo 3 cicli

Percentuale di gravidanza
cumulativa dopo 3 cicli

(utilizzano tutti gli embrioni prodotti in ogni ciclo, attraverso vari trasferimenti)

Con l’ovodonazione, la probabilità di gravidanza non è più correlata strettamente all’età della donna: per legge, la tua donatrice di ovociti avrà sempre meno di 35 anni; in Eugin l’età media delle donatrici è di 27 anni.